Lotta al caro-bollette, le misure del governo sono (per ora) un flop. Adico: “Tutto qui? A questo punto era meglio la politica dei bonus”

Tutto qui? A vedere i primi (e speriamo non ultimi) attesissimi provvedimenti del governo Meloni sul fronte dei rincari (caro-bollette in primis), è questo l’unica domanda che una associazione dei consumatori può formulare. Tutto qui?, appunto.

“Precisiamo che il nostro è un commento che non ha nulla di politico – avverte Carlo Garofolini, presidente dell’Adico -. Chi ci segue avrà di sicuro visto che abbiamo criticato o elogiato chiunque, quando lo abbiamo ritenuto opportuno, fregandocene dell’appartenenza politica. Perciò ora ci chiediamo: ma che aiuti sono stati forniti alle famiglie contro il caro-vita e in particolare contro il caro – bollette? Cosa c’è di nuovo rispetto al precedente governo? In quale modo l’esecutivo pensa di aiutare i cittadini? Analizzando i primi provvedimenti, c’è da rimpiangere la politica dei bonus del precedente governo. A parte qualche piccolo aiuto alle imprese, come la rateizzazione che servirà a poco, visto che le rate si accumuleranno alle nuove fatture, cosa ha deciso la o il presidente Meloni, che quando era all’opposizione sembrava custodire tutte le ricette magiche per affrontare la bolla inflazionistica? Dire che siamo delusi è davvero poco, speriamo che da qui alle prossime settimane si decida qualche cosa di più utile e incisivo per utenti e consumatori”.

Analizzando i provvedimenti, si nota una conferma di alcune misure come il credito d’imposta per le aziende. Poi, la rateizzazione delle bollette per le imprese, il rinvio della fine del mercato tutelato dell’energia, già ampiamente previsto e un non meglio specificato impegno per separare il prezzo della luce da quello del gas. Oltre alla proroga dello sconto benzina e del taglio del cuneo fiscale di 2 punti percentuali per redditi inferiori ai 35 mila euro.

“Possiamo consolarci con le previsioni che riguardano le tariffe della luce, in picchiata nei prossimi mesi – conclude Garofolini – ma se ci basassimo sulle misure finora adottate dal nuovo governo, per le famiglie ci sarebbe poco da stare allegri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post recenti

Newsletter Adico

Iscriviti subito alla nostra newsletter, riceverai notizie e informazioni sulle nostre attività!




Con l'iscrizione dai il consenso al trattamento dei tuoi dati personali! Prima di inviare e acconsentire prendi visione dell'informativa sul trattamento dei dati nella sezione privacy policy*

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.