Cerca
Close this search box.

CONCORRENZA, STOP ALLE CHIAMATE SELVAGGE DA PARTE DEI CALL CENTER

“Scocciatori” addio, arriva un deciso freno alle telefonate moleste delle compagnie telefoniche dei call center che subissano i clienti a ogni ora del giorno. È il Governo a intervenire con un maxiemendamento al ddl Concorrenza, approvatocon la fiducia dal Senato, che prevede nuovi obblighi a favore dei consumatori.
Tra le tante novità, che coinvolgono settori come assicurazioni e RCA, energia, banche e poste, turismo, trasporti e professionisti, emerge in particolare la nuova disciplina a tutela dei consumatori rispetto alle telefonate spesso oppressive operate quotidianamente dai call center.

Telemarketing, contatto con l’utente solo dopo esplicito consenso

Il ddl aggiorna l’art. 130 del codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs 196/2003) imponendo agli operatori e soggetti terzi che, tramite chiamate vocali effettuate con addetti, stabiliscono un contatto, anche non sollecitato, con l’abbonato a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, l’obbligo di comunicare all’esordio della conversazione determinati dati.
In primis, si tratta di quegli elementi che consentono di identificare univocamente il soggetto per conto del quale avviene il contatto e, in secondo luogo, andrà indicato lo scopo commerciale o promozionale. Il contatto sarà consentito e potrà essere proseguito soltanto se l’abbonato destinatario della chiamata presta un esplicito consenso al proseguimento della conversazione.

Procedure semplificate per cambiare operatore

Dovrà essere adottato, si legge nel ddl, entro sei mesi dalla data in vigore della legge, un apposito decreto del Ministero dell’Interno, in concerto con il Ministero dello sviluppo economico, teso a semplificare le procedure di migrazione tra operatori di telefonia mobile e le procedure per l’integrazione di SIM card aggiuntive o per sostituire le SIM card richieste da utenti già clienti di un operatore.
A tale scopo, dovranno essere previste misure che consentono di identificare il cliente in modo da consentirgli di effettuare per via telematica la richiesta di migrazione e integrazione di SIM card e tutte le operazioni a essa connesse.

L’allarme del Garante della privacy sui rischi del telemarketing selvaggio

Tuttavia, le nuove disposizioni hanno scatenato la reazione del Garante della Privacy che ha lanciato l’allarme sul rischio di telemarketing selvaggio. Le norme del ddl concorrenza prevedono, infatti, che le chiamate commerciali possano essere effettuate soltanto a condizione che l’operatore “si presenti”, indicando all’abbonato per conto di chi sta chiamando e la ragione. Ma, prevedono, altresì che la telefonata possa andare avanti soltanto se l’utente acconsente. A detta del Garante, in tal modo, si “elimina il requisito del consenso preventivo”, rischiando di vanificare la presenza del registro delle opposizioni.

Al contrario, invece, per il Mise, l’intento è quello di tutelare i consumatore, perché si consente anche a chi non è iscritto al registro di opporsi alle chiamate indesiderate.

Fonte: www.StudioCataldi.it

7 Responses

  1. Mi son dovuto rivolgere alla Polizia Postale per le innumerevoli chiamate a tutte le ore alle quali non ho mai risposto, per cui dopo qualche giorno le chiamate sono terminate .gianne.

  2. Premesso che ho imparato a difendermi da solo dalle telefonate non desiderate (e vi lascio immaginare come), il garante della privacy farebbe bene a stare zitto vista la evidente e comprovata inutilità del registro delle pubbliche opposizioni, che è soltanto un altro carrozzone dispensatore di poltrone inutilmente dispendiose.

  3. Sono iscritto da quando esiste al registro delle pubbliche opposizioni e malgrado ciò sono TORTURATO a tutte le ore del giorno e anche nelle giornate del sabato (anche alle 14.30 quando uno vuole farsi una pennichella in pace!!!) da questi call center schifosi! Ho dovuto inserire una segreteria telefonica ma “loro” chiamano lo stesso e disturba comunque anche lo squillo in momenti inappropriati!
    Le multe sono talmente irrisorie che se ne fregano! Possibile che non capiscano che sono talmente antipatici che non comprerò mai anche se per caso avessi avuto la minima intenzione un giorno di acquistare???
    La proposta mi sembra ridicola! Moltiplicheranno i call center e comunque rispondere alle centinaia di telefonate anche solo per negare il consenso sarò sempre un disturbo!
    Ciao!
    Carlo

    1. Salve, le sue considerazioni sono condivisibili. Riteniamo però, vista l’inefficacia (per molti motivi) del registro delle opposizioni, che tale disegno di legge possa scongiurare le tante situazioni antipatiche in cui un papabile cliente risponde al telefono e per gran parte della chiamata non sa con chi sta parlando e quale sia la proposta. In un mondo ideale l’utente non dovrebbe ricevere chiamate semmai dovrebbe essere lui a chiamare i vari operatori (o ad andare a trovarli in negozio o a visitare i vari siti) qualora volesse conoscere le offerte degli operatori. Ma purtroppo non siamo in un mondo ideale e la nostra battaglia contro lo stalking commerciale dovrà per forza proseguire.

      Distinti saluti
      Gianluca Codognato
      ufficio stampa Adico

  4. Dovrebbero come minimo vietare di chiamare con numeri virtuali. Ogni volto li richiamo e dice numero inesistente. E’ scorretto. Non solo, ho il sospetto che usino anche numeri esistenti. Di tanto in tanto mi chiama qualcuno sostenendo che l’ho chiamato io.

    1. Ne vediamo di cotte e di crude, in effetti. Speriamo che da luglio si possano davvero scongiurare le chiamate al cellulare iscrivendosi al Registro delle opposizioni.
      Le auguro una buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post recenti

Newsletter Adico

Iscriviti subito alla nostra newsletter, riceverai notizie e informazioni sulle nostre attività!




Con l'iscrizione dai il consenso al trattamento dei tuoi dati personali! Prima di inviare e acconsentire prendi visione dell'informativa sul trattamento dei dati nella sezione privacy policy*

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.