Cerca
Close this search box.

Caos bollette “pazze”, partono da Adico le denunce contro i fornitori

La battaglia degli oltre 100 utenti che si sono rivolti ad Adico per contestare, soprattutto a Enel Energia, bollette del gas stratosferiche, non si ferma neppure di fronte le sostanziali chiusure del fornitore alle diffide inviate dall’ufficio legale. Ora l’associazione passa a una azione dai possibili risvolti penali, con la predisposizione di un modulo personalizzato che i soci coinvolti dovranno presentare alla Guardia di Finanza. Di fatto si stratta di un esposto redatto per valutare un possibile coinvolgimento della Magistratura, chiamata a valutare la correttezza, anche appunto sotto il profilo penale, dell’azione condotta dalle aziende chiamate in causa.

La storia è ormai arcinota e riguarda, a quanto si è potuto capire, alcuni milioni di utenti in tutta Italia. Il problema coinvolge nel 95% dei casi clienti Enel che sono arrivati a scadenza di un’offerta vantaggiosa e si sono ritrovati, da un giorno all’altro, con un prezzo al metro cubo quattro volte superiore. Per intenderci, le tariffe sono passate da una media di 0,60 centesimi a 2,43 euro. La modifica, secondo l’azienda che riceve le contestazioni di Adico, sarebbe stata comunicata in forma scritta ai diretti interessati i quali, però, ritengono di non aver mai ricevuto nulla. D’altra parte, visto che non c’è l’obbligo per il fornitore di comunicare il termine della promozione con pec o raccomandata r/r, il che fugherebbe ogni dubbio sull’invio e la ricezione della lettera, la questione apre inevitabili contenziosi dall’esito incerto.

In questi mesi Adico ha condotto innumerevoli attività sia legali che mediatiche, mettendo comunque molta pressione a Enel Energia e ottenendo anche qualche rimborso, ma in misura nettamente inferiore alle richieste inviate. Ora la strategia si allarga con questa denuncia personalizzata che le persone coinvolte riceveranno direttamente dal nostro ufficio legale, con l’unico compito di compilare alcune parti e di presentare la querela alla Guardia di Finanza.

“Le contestazioni riguardano ovviamente i due nodi principali della questione – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’associazione -: in primo luogo, l’invio della comunicazione in forma scritta semplice, che gli utenti ritengono di non aver mai ricevuto. In secondo luogo, la nuova tariffa proposta dal fornitore, che in linea di massima è 4 o 5 volte quella precedente, per lo più fissata a 2,43 euro a metrocubo. A nostro avviso, anche monitorando l’andamento dei valori registrati nel periodo in questione, ci risulta che la tariffa media fosse di 70 centesimi. Tramite la denuncia querela ci auguriamo che la magistratura valuti la sussistenza o meno di comportamenti illeciti da parte del fornitore”.

13 risposte

  1. Mia madre è una delle tante vittime di questo comportamento di Enel. Già due bollette una da 2600 e l altra da 2200…come posso contattarvi per partecipare a questa iniziativa di protesta?

    1. Buonasera Alessandro ci contatti pure allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì 9-13 e 15-19).
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  2. Anch’io ho trovato bollette con cifre enormi da pagare. Fatta richiesta all’Enel di spiegazione mi è stato scritto che è tutto regolare. Tra l’altro l’abitazione titolare di questa bolletta nel periodo interessato era vuota. Ora mi rivolgerò all’ADICO per capire cosa devo fare.

    1. Buonasera, certo l’aspettiamo ci contatti pure allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì 9-13 e 15-19).
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  3. Buongiorno,
    Io sono un’altra vittima di questa triste realtà delle bollette pazze di Enel, avrei piacere di aggregarmi a voi nel portare avanti una qualsiasi rimostranza.
    Attendo vostre cortesi istruzioni sul da farsi.
    Cordialmente
    Susanna Schiabello
    347 8567805

    1. Buonasera signora, le consiglio di contattarci allo 041-5349637 dal lunedì al venerdì 9-13 e 15-19) o nel caso di seguire le evoluzione della vicenda tramite il nostro sito o iscrivendosi gratuitamente alle nostre news.
      Buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  4. Il sottoscritto Coniglione Angelo, oltre alla fattura già segnalata a codesta Spett.le Associazione, informa di aver ricevuto per il mese di febbraio 2024 un altra fattura di € 199,16, sulla quale risulta scritto ” BONUS UNA TANTUM DI € 49,00 “. ( lo scrivente la considera una elemosina , rispetto a quanto ha dovuto sborsare ).
    Cordiali saluti.

  5. Ho ho ricevuto l’informativa e vi ringrazio,
    So molto arrabbiato per tutto questo che succede che oltretutto mi vede coinvolto
    Con Enel con un contratto non da me ne tanto meno dai miei familiari fatto. Ma fatto in maniera fraudolenta nei miei confronti.

    1. Buonasera signor Raffaele, capisco la rabbia ancora più marcata per la beffa oltre al danno. Speriamo di trovare una buona soluzione per tutti.
      Le auguro una buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

    1. Buonasera Silvana, è vero abbiamo qualche caso Eni Plenitude ma devo dire che con loro c’è molto più dialogo e collaborazione che con Enel.
      Se ha bisogno ci contatti allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì 9-13 e 15-19).
      Buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

  6. Nel mio caso le tariffe sono aumentate in dismisura prima della ricezione della famosa lettera e anche durante i mesi che avevo a disposizione per rispondere alla stessa.

    1. Buonasera signor Vittorio sa che se ha bisogno può contattarci allo 041-5349637 (dal lunedì al venerdì 9-13 e 15-19). Stiamo procedendo sia con battaglie mediatiche (dovremmo essere mercoledì mattina su La7) sia ovviamente legali. Noi non molliamo.
      Buona serata
      Gianluca Codognato
      uff. stampa Adico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post recenti

Newsletter Adico

Iscriviti subito alla nostra newsletter, riceverai notizie e informazioni sulle nostre attività!




Con l'iscrizione dai il consenso al trattamento dei tuoi dati personali! Prima di inviare e acconsentire prendi visione dell'informativa sul trattamento dei dati nella sezione privacy policy*

Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.